Mi interessava di più essere magro che forte “, dice.” Ma dopo l’intervento, desideravo ardentemente quella sensazione di forza e un aspetto sano. Mi è stato anche detto che per evitare il dolore cronico, avrei dovuto spostare il mio corpo per aiutare con il tessuto cicatriziale, quindi ho iniziato a camminare, poi a correre “, dice. Vide una promozione per una corsa di beneficenza da 15K e pensò che fosse l’obiettivo perfetto per lavorare per costruire la sua forza e salute.

Quella corsa è stata solo l’inizio. Ha iniziato a provare le guide di allenamento a casa e il suo amore per il fitness è cresciuto. “Ci sono rimasto per otto settimane e sono passato da flessioni alle ginocchia a pochi in punta di piedi, ed ero incredibilmente orgoglioso. Mi sono applicato in modo coerente e il risultato finale è stato riuscire a fare qualcosa che non avrei mai pensato possibile, “dice Allen.

Scoprì anche che allenarsi davvero aiutava ad alleviare il dolore che inizialmente l’aveva portata per quella laparoscopia. (Nonostante l’intervento chirurgico, ha comunque vissuto “periodi terribili” in seguito, dice.) “Ora, non ho il dolore endo con il mio ciclo. Attribuisco gran parte della mia guarigione al mio stile di vita attivo”, dice. (Correlati: 5 cose da fare in caso di forti emorragie durante il ciclo mestruale) Qualcos’altro che non avrebbe mai pensato possibile?

Addominali. Quando il suo obiettivo è passato dall’essere magro ad essere forte, Allen si è trovata con il pacchetto di sei che era certa che nessuna persona reale, ogni giorno avrebbe potuto avere. Mentre i suoi addominali ispirano migliaia di donne su Instagram ogni giorno, Allen vuole che le donne sappiano che c’è molto che non vedono.

Sente ancora “colpi di dolore” lasciati dalle sue operazioni chirurgiche e soffre di danni ai nervi che possono rendere alcuni movimenti più difficili. “Tuttavia, sono incredibilmente orgoglioso di dove sia arrivato il mio corpo e non sarei me stesso senza la cicatrice. Fa parte della mia storia e mi ricorda da dove vengo.” Allen non ha mai smesso di stabilire nuovi obiettivi di fitness.

Oggi, la 28enne ha una propria attività di coaching di fitness online, che le consente di incoraggiare altre donne a concentrarsi sull’essere forti rispetto alle magre. Oh, e può anche stancare 220 chili e fare i chin-up con 35 chili legati al suo corpo.

Attualmente si sta allenando per la competizione bikini Gold Coast della WBFF, quella che definisce “la sfida finale per me mentalmente e fisicamente”. E sì, metterà in mostra i suoi addominali tosti e faticosamente guadagnati: cicatrici chirurgiche e tutto il resto. Questo articolo è originariamente apparso su Shape.com.

I cibi migliori e peggiori per la tua vagina Una dieta nutriente colpisce ogni parte del tuo corpo e la tua vagina non fa eccezione. Di Anthea Levi 06 settembre 2017 Pubblicità Salva Ellissi Pin FB Altro Tweet Mail Email iphone Invia SMS Stampa Stampa Conosci il meglio f ood da mangiare per altre parti del tuo corpo: consumi proteine ??magre quando hai bisogno di energia costante, grassi buoni per capelli, pelle e unghie sani e cereali integrali per riempirti e mantenere il tuo sistema regolare.

Ma quali sono gli alimenti migliori per mantenere una vagina sana? Che ci crediate o no, ciò che mangiate davvero può aiutare a mantenere le punte della vostra signora in perfetta forma alleviando i crampi, combattendo le infezioni e alleviando la secchezza.

D’altra parte, troppi cibi possono rovinarti sotto la cintura, quindi è intelligente lasciarli fuori dal piatto il più possibile. Per una vagina sana, scopri quali oggetti ginecologici di cui abbiamo parlato ti suggeriscono di mangiare, oltre a quali elementi dovresti tenere fuori dalla tua cucina.

CORRELATO: 7 modi per mantenere la tua vagina Giovane yogurt bianco Ricordi la lezione di chimica che hai imparato che il pH è la misura di quanto sia acido o basico? Proprio come le misurazioni del pH che hai elaborato in laboratorio, anche la vagina ha un pH — ed è acido, tra 3,5 e 4,5 su una scala da zero a 14.

Tutto, dall’esercizio fisico allo stress, al sesso può cambiare il pH della tua vagina, ma quando la tua vagina è sana, di solito può mantenere il suo equilibrio del pH da sola. “Non vogliamo che il pH vaginale fluttui”, dice a Health Taraneh Shirazian, MD, assistente professore di ostetricia https://harmoniqhealth.com/it/recardio/ e ginecologia presso il NYU Langone Medical Center. Quando il pH vaginale si sposta, la vagina diventa un ambiente migliore per la crescita di batteri e altri organismi, portando a infezioni da lieviti e in particolare a vaginosi batterica, un’infezione pruriginosa che può anche farti annusare meno del piacevole sud del confine.

Ecco dove entra in gioco il potere nutrizionale dello yogurt. È un probiotico, il che significa che contiene colture di batteri vivi.

Le varietà che contengono un batterio chiamato Lactobacillus acidophilus possono aiutare a mantenere il pH della vagina nella gamma acida, riducendo il rischio di lievito e altri tipi di infezione, Alyssa Dweck, MD, ob-gin e co-autore di New York di The Complete dalla A alla Z per la tua V, dice a Health “I probiotici possono aiutare a mantenere il pH vaginale allo stesso livello, qualunque cosa stia succedendo”, aggiunge il dott. Shirazian.

Altri alimenti probiotici, come il kimchi, i crauti e il kefir (una bevanda fermentata simile allo yogurt) potrebbero anche aiutare la tua vagina a mantenere il giusto equilibrio del pH, così come un integratore probiotico contenente Lactobacillus acidophilus. CORRELATO: 7 cose che probabilmente non sapevi sulla tua vulva, ma dovresti concentrare il succo di mirtillo Hai già sentito che dovresti bere un cocktail di mirtillo per prevenire o alleviare un’infezione del tratto urinario.

Ma il sorso dal suono sano può essere meno efficace di quanto la maggior parte della gente pensi, ed è spesso anche carico di zucchero. Invece, bevi succo di mirtillo rosso concentrato se sei soggetto a IVU, suggerisce il dottor Dweck.

C’è un ingrediente particolare nel mirtillo rosso – proantocianidine o PAC, un tipo di composto vegetale – che rende la vescica scivolosa (e quindi più resistente) a E. coli, i batteri che sono collegati al tipo più comune di infezione del tratto urinario ”, afferma. . C’è più PAC nella forma concentrata del succo, afferma il dott.

Shirazian, poiché il succo di mirtillo rosso concentrato è più vicino al vero frutto. Più bevi, maggiore è la probabilità di scovare i batteri prima che si riproducano e inizino a scatenare sintomi rivelatori come il dolore durante la pipì. Le compresse di mirtilli puri possono funzionare ancora meglio, dice. “Attenersi al solo mirtillo”, consiglia il Dr.

Dweck, al contrario delle bevande zuccherate, diluite. CORRELATO: 11 cose che ogni donna deve sapere sui vibratori Acqua Stare bene idratati aiuta a stimolare l’energia e la circolazione e ha anche benefici positivi per le tue mamme, dice il dottor Dweck.

Raccomanda alle donne che soffrono di secchezza vaginale di bere da 6 a 8 bicchieri da 8 once di H2O ogni giorno. Proprio come la disidratazione può far sentire la pelle del viso o delle mani riarsa, lesinare sull’acqua può far sentire la pelle sulla vulva (le parti esterne dei genitali) secca o pruriginosa.

Graffiare quel prurito potrebbe renderti più suscettibile alle infezioni, quindi non rischiare e rimanere idratato. Inoltre, bere abbastanza acqua è un modo semplice per aiutare a prevenire le infezioni del tratto urinario. Tutto quel liquido significa che dovrai fare pipì – spesso – il che aiuta a scovare i batteri prima che abbiano la possibilità di creare un’infezione.

Tè allo zenzero Uno studio sul Journal of Alternative and Complementary Medicine ha scoperto che lo zenzero era efficace quanto l’ibuprofene per alleviare i crampi dolorosi legati al periodo. Nello studio, le donne hanno assunto 250 milligrammi di polvere di zenzero in forma di capsule o 400 milligrammi di ibuprofene, quattro volte al giorno per i primi tre giorni dei loro periodi.

L’ibuprofene rientra in una classe di antidolorifici chiamati farmaci antinfiammatori non steroidei o FANS, che, come suggerisce il nome, combattono l’infiammazione, includono alcuni che causano dolore mestruale, dice il dottor Shirazian. Lo zenzero è noto per le sue proprietà antinfiammatorie, quindi può funzionare per placare i crampi in modo simile.

Sebbene lo studio si sia concentrato sulle capsule di zenzero, non può far male provare ad aggiungere lo zenzero fresco per mescolare le patate fritte o lo zenzero macinato ai dessert fatti in casa. Oppure prepara un lotto del nostro tè allo zenzero: aggiungi due cucchiai di radice di zenzero fresca all’acqua e lascialo in infusione per 15 minuti prima di filtrare.

CORRELATO: Keto Crotch è una vera cosa? Abbiamo chiesto a Ob-Gyn i fatti Soia I prodotti di soia come il tofu e l’edamame contengono isoflavoni che imitano gli estrogeni, afferma il dott. Dweck.

Sebbene ciò non sia dimostrato dalla scienza, alcuni esperti suggeriscono che l’estrogeno vegetale può avere un effetto simile agli estrogeni che una donna produce naturalmente, alleviando la secchezza vaginale causata da cambiamenti ormonali. Quando mangi la soia, il tuo corpo lo scompone in alcuni fitoestrogeni, che “fanno parte della cascata della produzione di estrogeni”, afferma il Dr.

Shirazian. “Quando pensiamo di aggiungere estrogeni al corpo di una donna, è per migliorare i sintomi che dipendono dagli estrogeni, come la secchezza vaginale”, dice, e teoricamente, aggiungerebbero anche estrogeni dai prodotti di soia. Ma non è stato così chiaro negli studi che hanno esaminato le donne in post-menopausa, che spesso si occupano di secchezza vaginale.

Alcune ricerche hanno scoperto che la soia ha contribuito a ridurre al minimo le vampate di calore, la secchezza vaginale e altri sintomi della menopausa, mentre altri studi non hanno riscontrato alcun beneficio, afferma il dott. Shirazian. Probabilmente dovresti mangiare abbastanza soia per ottenere un vero effetto estrogenico, spiega il dott.

Accidenti, ma c’è qualche preoccupazione che mangiare troppa soia possa effettivamente essere problematico per alcune donne. Questo perché alcune malattie, come alcuni tumori al seno, possono essere alimentate dagli estrogeni. “Per le donne con una storia personale o familiare di carcinoma mammario, la soia non è una delle cose più innocue da provare”, afferma il dott. Shirazian.

CORRELATO: Le 5 migliori posizioni sessuali per i dolci della penetrazione profonda Certo, un po ‘di cioccolato fondente può alleviare la frustrazione della sindrome premestruale. Ma in generale, lo zucchero in eccesso non è favorevole alla vagina. “Le persone inclini alle infezioni da lieviti dovrebbero ridurre i dolci e la frutta, poiché lo zucchero può favorire la crescita del lievito nella vagina”, dice a Health Leena Nathan, MD, ginecologo presso il Ronald Reagan UCLA Medical Center.

Le secrezioni vaginali contengono zucchero, afferma la dott.ssa Nathan, e il lievito tende a prosperare in ambienti dolci e umidi. Dr.

Shirazian aggiunge che mangiare cibi ricchi di zuccheri può modificare il pH della vagina, consentendo una crescita eccessiva di lievito e altri organismi che causano infezioni. Alcool Anche se potresti voler decomprimere sul divano con un bicchiere (o una bottiglia!) Di vino rosso durante le mestruazioni, l’alcol può anche peggiorare i crampi mestruali. (E, non dimenticate, bere potrebbe anche causare altri spiacevoli sintomi simili al periodo, come mal di testa e gonfiore.) L’assorbimento occasionale va bene, generalmente gli esperti raccomandano di attenersi a non più di una bevanda alcolica al giorno, ma evitando l’alcool tanto il più possibile è probabilmente una buona idea quando si tratta di mantenere in salute altre parti del corpo esclusivamente femminili.

Gli studi hanno collegato anche solo l’assunzione limitata di alcol all’aumento del rischio di cancro al seno. Mentre eliminare del tutto l’alcol non sembra così divertente, potrebbe essere l’approccio più intelligente per alcune donne, soprattutto se hanno già un alto rischio di cancro al seno.

Altre donne possono scegliere di ridurre l’assunzione di alcol da una bevanda a un giorno per, diciamo, una bevanda a giorni alterni. Per ricevere le nostre storie più importanti nella tua casella di posta, iscriviti alla newsletter di Health Hookup È solo io o sto trattenendo uno starnuto Sta andando a farmi esplodere la testa?

Vale davvero la pena salvare la faccia in quel grande incontro? Di The Nervous Googler 24 aprile 2019 Pubblicità Salva Ellissi Pin FB Altro Tweet Mail Email iphone Invia SMS Stampa Sono solo io? affronta quelle strane domande sulla salute che si fanno strada nelle chat di gruppo e nelle ricerche di Google a tarda notte.

Perché ho i capelli? Perché i videogiochi sono così rilassanti? Invia le tue domande a NervousGoogler@health.com e ci occuperemo degli esperti. È probabile che non sei solo. Sono solo io o è pericoloso trattenere uno starnuto?

Ho intenzione di rompere un timpano? Mi hai messo un vaso sanguigno negli occhi? Posso interrompere in modo sicuro uno starnuto? Di recente mi sono ritrovato in una stanza piena di giornalisti molto seri che stavano imparando qualche #scienza molto seria e all’improvviso ho avuto l’impulso di starnutire.

Non per essere il coglione che interrompe l’intero incontro e spruzza i suoi germi su tutti gli altri, ho fatto quello che farebbe qualsiasi aspirante starnuto che si rispetti: ho soffocato quella cosa. Probabilmente l’hai fatto: o ti contrai la gola per fermare uno starnuto da qualche parte nella pancia o nel torace, oppure ti pizzichi le narici per tenere invece quello starnuto offensivo che rimbomba nella tua testa.